Tag Archive 'eazye'

Gen 06 2009

Di iPod, longevità e fruizione

Published by under io,musica,segnalazioni

E’ tanto tempo che ho in canna questo post: l’ottimo Gioxx chiedeva alla fine di novembre quali fossero gli album più longevi sul proprio lettore mp3. Nel mio caso, con una certa calma, mi fa piacere segnalarne 3 che, nonostante siano cambiati i gusti di chi scrive e soprattutto il modo di fruire la musica, rimangono lì imperterriti.

  • Lenny Kravitz5“: bellissimo album del ’98, scoperto durante una vacanza con Eazy, che all’epoca era Wasta, all’Elba, vacanza dove l’unica volta che finimmo in spiaggia nn facemmo neanche il bagno, per le meduse. Per poi dormire, alzarci alle 5 e andare per i dancefloor dell’isola all nite long (seeeeeeeh). L’Elba fu anche il luogo della prima versione di Sweet home Alabama dei Lynird Skynird che mi ricordi e di una pasta krasta wurstel e tonno che ci inventammo. Grandissima vacanza dove Eazy cominciò a diventare il mio spacciatore di riferimento.
  • Autori Vari300% dynamite“: compilation con i più classici autori reggae da Lee Scratch Perry a Shark Wilson a Sister Nancy, praticamente la base per ogni dj che si rispetti e per ogni serata con un unico comune denominatore: il grande fun. Anche questa è opera di mr. beloved Eazy ma il ricordo più vivo legato a questo album fu il soggiorno di una casa di Limerick alle 6 del mattino, con il bagno del piano di sopra che colava acqua di sotto sul dancefloor e noi di sotto a ballare, fradici, sulle note di Jungle Lion (parte a 23s con quel fenomenale riff). Gran vacanza, grand potatoes.
  • Autori Vari7 – Gli Anni ’50“: anche questa è una compilation di quelle dedicate al Jazz che uscirono con Repubblica intorno al 2000. Ci sono dentro pezzi famosissimi jazz come Take 5 di Dave Brubeck o That old black magic di Oscar Peterson, pezzi magici e simbolo del periodo jazz più vispo, spensierato e ricercato che sono stati gli anni ’50. E’ un album molto legato ad un volto: la persona non c’è più da un certo punto di vista ma per fortuna l’album è rimasto :)

Questi sono gli album più vecchi che, mi sembra, ho caricato per primi e ho continuato a portarmi dietro i diversi lettori che ho avuto. Certo, il modo di fruire la musica è cambiato ed è quasi antistorico parlare di album in un momento in cui gli album esistono sempre meno e si ascoltano bulimicamente singole tracce così come gli artisti sono sempre più orientati a ragionare proprio in questa direzione.

Proprio per questo motivo, ancor più apprezzabile dovrebbe essere un’opera come Dystopia (gran rece di Eazy) degli amati Midnight Juggernauts che hanno creato questo album pensando ad atmosfere spaziali, quasi alla star trek, sul viaggio, la fuga, la ricerca di se stessi e di un nuovo spazio, lontani da una Terra distrutta.

Il concept album, una creatura misteriosa che rinasce nel 2008 con questo gruppo, i Midnight, decisamente anni ’70 nelle sue sonorità e nelle citazioni. Quest’opera, nella speciale classifica di fine anno, non è stata citata perché la si credeva erroneamente del 2007 ma si sarebbe piazzata sicuramente seconda dopo quel capolavoro dei Cut.

Inutile ricordarlo, il 2008 è stato l’anno dell’Australia.

This world don’t mean a thing to me, without those songs you sing to me

Midnight Juggernauts “Nine lives

Midnight Juggernauts “Shadows” (cominciano lente ma poi spaccano)

4 responses so far

Ott 08 2008

Un uomo, un genio

Published by under segnalazioni

Trovategli un ingaggio. Geniale.

One response so far

Ott 02 2008

Video pauer in Paris

Published by under segnalazioni

Dopo aver visto questi video, si spera che la degenza e i lavori durino più del previsto: godeteveli!

Commenti disabilitati su Video pauer in Paris

Set 10 2008

Mazza Benedetta

Published by under segnalazioni,social network

(post dall’evidente caduta di stile ma, essendo lo stile già poco, più giù nn si può andare).

Parlando con eazye, mi è stato fatto notare che sia su repubblica che sul corriere c’è la votazione per Miss Italia. Ora, non so voi, ma a me sembrano tutte piuttosto bruttine, nessuna se ne salva, una vale l’altra.

Eppure, Eazye – con cui ho in corso un GdF non indifferente in questi giorni – mi ha detto che c’era una persona da votare. In tempi di ingerenze cattoliche, anche a Miss Italia c’è la Benedetta Mazza – ovvero, per i benpensanti, Mazza Benedetta – che con un nome così sarà stato oggetto di derisioni e avrà sofferto tantissimo.

Pertanto, Popolo dalla rete, facciamo vedere che il buzz su web, il word of mouth e la solidarietà esistono, usciamo dalla ristrettezza mentale dei nostri monitor 15” e aiutiamola: votate Mazza Benedetta, numero 8, l’unica candidata sostenuta dai blogger italiani che farà incazzare il pastore tedesco!

4 responses so far

Ago 22 2008

Pukkelpop 2008: io nn c’ero

Published by under musica,segnalazioni

Ma il mio amico (e altri  ancora) sì. Per fortuna. Perché così si può imparare come si fanno le recensioni. Quelle definitive.

3 responses so far

Apr 09 2008

Bilbao Report part One

Published by under segnalazioni

 Via Vespa in Paris

“Per certi versi ricorda Rotterdam, Milano o Genova.. per via di certi bruttumi sperimentali, certe colate di cemento e altre scelte improbabili… e forse per questo motivo che mi piace molto.”

Concordo.

2 responses so far

Gen 18 2008

Paris Dj

Published by under musica

Stanno molestando Laura? Natale è sporco? Oppure i Soviet sono il new sound del futuro? 

L’ottimo Eazye saprebbe meglio rispondere di me ma si lascia scappare questa preggerìa del corso. Paris Dj (qui il blog)raccoglie podcast scaricabili gratuitamente: dj sconosciuti su cui farsi un po’ di cultura e altri da coccolare come Flevans (sponsored by Eazye).

Zen, tra le ultime uscite, consiglia:

Ivan Tchijevsky – Soviet Jazzy Bossa Grooves
Flevans – Unfabulous Megamix
Captain Detendu – Christmas Gone Funky 

PS Eazye, ma non è che ne hai già parlato da qualche altra parte?

One response so far

Dic 24 2007

Musica sessualmente trasmissibile

Published by under musica,segnalazioni

Sveltina Production é lieta di presentarVi il suo ultimo gioiellino:

M.S.T.

M.usica S.essualmente T.rasmissibile
musica per far sesso precoce nei cessi delle feste pacco

Una doppia compilation selezionata esclusivamente per Voi da

Dj Chic
&
Dj Torba

Disco 1 Dj Chic di seguito. Disco 2 Dj Torba rintracciabile qui.

DISC ONE *


prefesta

01. Barely legal – Strokes
presentazioni
02. What you waiting for (Gwen Stefani cover) – Franz Ferdinand
corteggiamento
04. Eddi’s gun – The Kooks
struscio
03. Sad sad city – Ghostland observatory
limoni
05. Dr Pressure – Mylo vs. Miami Sound Machine
cesso
06. The Bomb – the Bucketheads
petting
07. Whoo! Alright-Yeah…Uh Huh – the Rapture
coito
08. A town called malice – The Jam
gente che bussa
09. Be my baby – Vanessa Paradis
rivestirsi
10. Friday I’m in love – The Cure
presentazioni (again, with another chick)
11. Who loves the sun – Velvet Underground

* originariamente erano previste anche delle parti parlate per illustrare ogni singola scena ma il tempo è, ahinoi, tiranno. Arriveranno anche quelle, presto

One response so far

Nov 29 2007

Goose@Magazzini Generali, Milano

Published by under musica

Gran bel concerto, tamarrock al punto giusto, ogni tanto la batteria scappava via ma bella atmosfera, gente che ballava, gente cui nn gliene fregava niente ed era lì per Alex Neri che è tanto un bravo ragazzo. I goose cmq sono proprio il krasta pauer per eccellenza nel panorama indie odierno.
Grazie ad Eazye per la segnalazione

3 responses so far