Tag Archive 'cibo'

Mar 11 2016

Consigli per mangiare bene a Firenze

Published by under io,segnalazioni

Gli ingredienti per l'Inzimino mon amour

Facendo la spola con Firenze da oltre 4 anni, mi si chiede spesso di fornire consigli culinari per il weekend e così con il mio lapis ho deciso di fare una sciacquata in Arno con quello che Ilaria ed io – ma lei partiva avvantaggiata – abbiamo scoperto in questi anni.

È un po’ un’ossimoro ma sono un po’ tutti i miei posti preferiti, spesso per la cucina, ogni tanto per il carattere, sempre per una loro punta di unicità. Ovviamente, è tutto molto soggettivo (come vedrai, non c’è il Lampredotto per il quale non vado ghiotto) e peraltro aspetto ancora di provare alcune icone come Burde e Coco Lezzone.
Una cortesia: se trovi utile questo post, metti un like e rilancialo su Facebook per favore, così magari raccogliamo qualche altro indirizzo. Ora noi si parte, però: troppe parole e noi si ha già fame! :)

Continue Reading »

2 responses so far

Lug 17 2008

Sovversivi del gusto – Foodcamp Reloaded

La presenza dei sovversivi del gusto dovrebbe essere un motivo di vanto e avere motivo euristico (ma sì, dai) per il Paese. E’ gente che con passione riesce a coniugare gusto – quello vero, sano e genuino – e attività economica, in poche parole, forchetta alzata e mente critica.

Pare che la loro festa il we scorso sia andata bene. Due velocissime recensioni qui e qui (Marco, però scrivi che obiettivi usi).

Commenti disabilitati su Sovversivi del gusto – Foodcamp Reloaded

Mar 28 2008

Foodcamp: si parte

Published by under segnalazioni,social network

Da una pazza idea di Vittorio e con la complicità di Antonio, si parte alla volta del meridione per il Foodcamp. 

Il Gusto di Internet punta a riunire addetti ai lavori food e/o wine e/o internet e/o grande e/o piccola distribuzione, ma non solo, per fare il punto della situazione sul settore. Lo scopo è (anche) quello di mettere capo a eventuali startup da avviare.

E’ un Barcamp un po’ speciale perché non solo è diviso in due sessioni, la prima delle quali si svolgerà in Molise, in provincia, lontano quindi dai soliti centri (aka capitale del male cit.), ma anche per le tematiche in oggetto, in teoria lontanissime dal mondo geek di ventole e processori cui da queste parti si è avvezzi.
Al grande pubblico l’associazione tra le due cose può sembrare quanto di più distante, eppure per chi in Rete è presente da un po’ di tempo, non è così: non c’è niente di più social del buon cibo.
Il Foodcamp può essere una buona occasione non solo per un po’ di sano cazzeggio, ma anche per farsi venire qualche buona idea per un settore che in Italia vanta punte di eccellenze mondiali e che con le teorie della coda lunga può ritagliarsi la sua nicchia. 
Ormai – è proprio il caso di dirlo – la frittata è fatta.

2 responses so far