Ott 30 2011

DAG: un Piano Marshall per l’Italia digitale?

Published by at 13:19 under segnalazioni

L’altra settimana, chi scrive è riuscito a imbucarsi alla presentazione stampa di DAG, l’iniziativa promossa dall’American Chamber of Commerce in Italy con l’aiuto di McKinsey & Company per permettere all’Italia di fare il salto nell’economia digitale.
I dati mostrati del report, scaricabile qui, sono interessanti:

  • 50%in più di margine operativo grazie al Web: Internet migliora anche la redditività, sia stimolando il fatturato sia abbassando il costo del venduto e riducendo le spese amministrative, grazie all’aumento della produttività;
  • 2% è il peso dell’economia digitale sul PIL italiano, nonostante contribuisca del 14% alla crescita dello stesso;
  • 700.000 posti di lavoro dedicati al web;
  • 1,8 posti di lavoro creato dal Web per ogni posto distrutto;
  • L’Italia è molto indietro su tanti aspetti: dalla fiducia di grande pubblico e PMI alla legislazione.

DAG si è definita come una iniziativa trasversale e quindi, fuori da logiche strettamente commerciali, ha proposto 12 punti, che, al di là del lavoro di sensibilizzazione sul Governo su temi quali la banda larga e la regolamentazione (privacy e copyright),  punta molto sui privati, consumatori e aziende. E’ anche possibile esprimere il proprio parere su questi 12 punti.

Vedremo. Dopo l’esperienza di Agenda digitale e un certo scetticismo, l’endorsement dell’American chamber of commerce potrebbe essere quel qualcosa in più da sviluppare, in condizioni migliori, in un vero e proprio Piano Marshall per l’Italia digitale.

Aspettiamo, anche se il mondo non aspetta.

Grazie a Quinta per l’invito. Altro bel post da Leonardo.

Commenti disabilitati su DAG: un Piano Marshall per l’Italia digitale?

Comments are closed at this time.