Set 16 2008

La leggenda di Yeti Gonzales

Published by at 11:44 under musica

Dopo tanti anni di ritmi pestoni e con l’arrivo degli amati mesi autunnali, è tempo per lo (pseudo)-indierock di riflettere con calma e determinazione, riprendendosi le gloriose tradizioni che hanno contraddistinto il movimento. In questo solco si collocano gli Yeti che, con The Legend of Yeti Gonzales -uscito in UK a giugno, prossimo in Italia i primi di ottobre – citano, giocano e scherzano con gruppi molto amati da queste parti: Beatles, Kinks e Libertines. Da ognuno di questi prendono un umore, uno stile, la tranquillità, la leggerezza, l’eleganza e infine un filino di arroganza, qualità che da queste parti – quando verificata dai fatti – è un’attitudine molto apprezzata.

Sembra incredibile che un disco così sia venuto fuori dall’elemento meno in vista dei Libertines. I 14 pezzi, infatti, sono i classici titoli da cantare con un amico a Limerick, brani di cui innamorarsi dai titoli significativi come “Don’t Go Back To The One You Love” e “Never Lose Your Sense Of Wonder” e che faranno allietare i vostri neuroni per molto tempo. Sotto le coperte o durante le vostre passeggiate per la capitale del male.

References
Yeti – Merry go round
Yeti – Don’t Go Back To The One You Love

2 responses so far

2 Responses to “La leggenda di Yeti Gonzales”

  1. Eazyeon 16 Set 2008 at 13:38

    crasterrimo… che c’entra “OdoraMilano”?

  2. heavyhorseon 16 Set 2008 at 14:17

    mi fido del tuo giudizio, anche perchè come ti avevo detto aveva già sentito qualcosa in passato.
    bella per il bassista invisibile