Nov 11 2007

I due libri di novembre

Published by at 21:13 under libri,segnalazioni

Coupland nostradamus Douglas Coupland ritorna in Italia con un inedito del 2003, “Hey Nostradamus” (scheda), edito da Frassinelli. Lo scrittore canadese parla di una strage avvenuta nel liceo del suo paese d’origine. La narrazione si sviluppa tra flashback, aforismi pungenti e lucidità nel descrivere le contraddizioni della sua generazione e, con la lungimiranza che lo contraddistingue, di quelle successive: la società moderna affonda nella perdita dei valori e nel senso religioso incapace di dare risposte puntuali.

Un frase dall’incipit: quello che distingue l’umanità da ogni altra cosa al mondo […] credo sia che solo essa ha la capacità in qualunque momento di commettere ogni possibile peccato.

Nell’originale – peccato per la traduzione italiana – si gioca molto sulla frase “God is nowhere, God is now here”: vera e perfetta. Per una recensione seria Michele.

Cipolla Pericoli Allegro ma nn troppo

Carlo M. Cipolla: lo storico economico più pazzo del mondo accademico torna in libreria con una nuova edizione del suo classico “Allegro ma non troppo” (scheda), arricchita dei disegni di Tullio Pericoli, edizioni Il Mulino. In un libro solo, due riferimenti fondamentali della cultura, quella vera, italiana.

“Allegro ma non troppo” è la romantica storia economica e sociale del Medioevo: i veri motori della storia sono stati l’importazione delle spezie e la produzione dei tessuti. Per certi versi può ricordare ciò che Zoolander diceva rispetto alla cupola del mondo, la lobby degli stilisti.

In appendice anche lo studio semiserio dal titolo “le leggi fondamentali della stupidità umana”, dove Cipolla, con tanto di grafici ed equazioni, spiega i pericoli di una particolare categoria umana, gli stupidi.

RSS Iscrìviti al mio feed rss

One response so far

One Response to “I due libri di novembre”

  1. eazyeon 13 Nov 2007 at 11:45

    bel pezzo, gran libri, rosa e blu a “Noi ci piace di più” ma Zoolander con la Zeta così: z …